L’ARTE DEI TOMBINI DI PIERO ROCA

Solitamente l’artista volge il proprio sguardo verso l’alto, alla ricerca dell’espressione più idonea riguardo alla propria creatività artistica. Piero Roca in questo si contraddistingue chiaramente, in quanto volge il proprio sguardo verso il basso, per ricercare l’espressione più idonea riguardo alla propria creatività artistica.

Pietro Roca è originario di Foggia, dove attualmente vive e lavora.
Dagli anni ’70 fino alla fine degli anni ’90, nell’intento di rappresentare la propria contemporaneità artistica, ha svolto una sua personale ricerca sull’arte astratta. Ha realizzato moltissimi lavori su carta e su tela e queste sue opere sono state esposte in mostre personali e collettive in Italia, Francia e Spagna.
Si è diplomato nel ’77 , in Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Roma, con il prof. Toti Scialoja.  Ha poi iniziato un’attiva collaborazione con il Laboratorio Artivisive. nel ’78 a Foggia. Nel ’90 ha dato origine all’Associazione Culturale e il “Gruppo “Ossimori”, insieme ad altri componenti e sempre nella sua città di origine, Foggia.

Nel 2000 ha iniziato l’attività di ricerca artistica sulla moneta, con la quale ha realizzato installazioni e incisioni. Dal 2010 fino ad oggi, con la tecnica del “frottage”, su tela, ha intrapreso la ricerca delle immagini presenti sui tombini: dell’acquedotto, della fogna, ecc. utilizzando le stesse, come metafora degli ingressi della comunicazione e della globalizzazione.
Ha organizzato diverse esposizioni personali in Francia, Italia e Spagna.
Le sue opere sono presenti nelle seguenti collezioni pubbliche: Il Museo di Villa Croce di Genova, Il Gabinetto delle Stampe di Bagnacavallo, Museo Civico di Foggia, Galerie Hotel de Ville”de Rives, in Francia,  Museo dell’Incisione “Castello dei Paleologi” di Acqui Terme, (Al). Museo, “Katzigra” di Larissa, in Grecia ed inoltre presso collezioni private in Italia, Francia e Spagna.
Piero Roca utilizza preferibilmente la tecnica del “frottage” che consiste in una tecnica di disegno e pittura basata sul principio dello sfregamento.

Continue reading L’ARTE DEI TOMBINI DI PIERO ROCA

Rinasce il cinema neorealista in Sicilia con la firma di Roberto Garay

RINASCE IL CINEMA NEOREALISTA IN SICILIA CON LA FIRMA DI ROBERTO GARAY.

(di Rosetta Savelli)

Con un lungometraggio sulla figura di Madre Carmela Aprile che è viva nel cuore di tutti i Rosolinesi che si trovano sia in Sicilia che nel mondo, rinasce il Neorealismo con la Produzione di SintesiCinematografica di Nicola Forino e FILMSHARK International, TF20 e Voila Producciones EEUU, sotto la regia di Roberto Garay.
Il Neorealismo è stato un importante movimento culturale nell’ immediato dopoguerra e anche durante il secondo conflitto mondiale che ha lasciato dei riferimenti molto importanti per il Cinema contemporaneo.
Continue reading Rinasce il cinema neorealista in Sicilia con la firma di Roberto Garay

Ubuntu for smartphone e Ubuntu for Android: facciamo chiarezza

 

Che Ubuntu stia entrando nel settore mobile è ormai noto ai più; il target al momento sono i dispositivi Nexus tanto che Canonical ha pubblicato le prime release proprio per i Google Phones. Ma Ubuntu for Android? Possibile che testate conclamate come le migliori continuino a fare confusione? Noi vi spieghiamo la differenza tra i due sistemi.

Continue reading Ubuntu for smartphone e Ubuntu for Android: facciamo chiarezza

Chemtrails: le scie chimiche

 

Vi è mai capitato di vedere strane formazioni nuvolose? Non intendo quando una nuvola sembra ricordare un animale o un oggetto ma quando la sua forma sembra innaturale, quasi un impalpabile strato di “vapore” spalmato a regola d’arte sopra le nostre teste… beh, qualsiasi forma possano assumere la loro composizione è altamente nociva e NESSUNO ci dice nulla.

Continue reading Chemtrails: le scie chimiche