L’ATTORE TURI GIUFFRIDA, DAL GENERALE DALLA CHIESA DI PIF AL DISAGIO SOCIALE BALLANDO CON LE NOTE DEL TANGO.

E’ stata una stagione intensa per il noto e talentuoso attore siciliano Turi Giuffrida che vanta fra le sue interpretazioni, ruoli di prestigio universalmente riconosciuti. Infatti dopo avere recitato il ruolo del dottor Mendola nel film Nuovo Cinema Paradiso scritto e diretto da Giuseppe Tornatore nel 1989 che vinse l’Oscar, di recente nel 2013 ha interpretato il ruolo del generale Dalla Chiesa nel fortunato film La mafia uccide solo d’estate diretto e interpretato da Pierfrancesco Diliberto, meglio noto come Pif, che ne ha scritto anche la sceneggiatura in collaborazione con Michele Astori e Marco Martani.

 

Quindi nei momenti e nei luoghi importanti, quelli che lasciano un segno, Turi Giuffrida sa esserci e sa meritarsi il suo esserci. La mafia uccide solo d’estate un film intelligente che ha riscosso numerosi e pieni consensi, sia di pubblico che di critica.Il film racconta anni e personaggi difficili che si intrecciano e si riuniscono attorno alla Sicilia e alla Sicilianità, ma che coinvolgono l’intera nazione in una complessità di eventi e di intrighi.Turi Giuffrida con autorevolezza e convinzione interpreta una figura importante che rimasta viva nel cuore di tutti, il generale Dalla Chiesa.

 

Nel film, dove molto viene narrato attraverso gli occhi e la mente di un bambino che Arturo interpretato da Alex Visconti, mentre Arturo adulto interpretato dallo stesso Pif, il generale Dalla Chiesa interpretato da Turi Giuffrida, rilascia un’intervista al giovane protagonista. Arturo partecipa ad un concorso indetto dalla sua scuola, dove ogni bambino deve scrivere un articolo dal titolo Un giorno a Palermo e il bambino sceglie qui di intervistare il generale Dalla Chiesa.

 

Continue reading L’ATTORE TURI GIUFFRIDA, DAL GENERALE DALLA CHIESA DI PIF AL DISAGIO SOCIALE BALLANDO CON LE NOTE DEL TANGO.

PRESENTAZIONE MOSTRA COLLETTIVA GALLERIA FARINI

PRESENTAZIONE MOSTRA COLLETTIVA GALLERIA FARINI

5 LUGLIO 2014

APERTA DAL 5 AL 27 LUGLIO

Da sempre l’Arte racconta la vita anticipandola ed è questa la sua più importante prerogativa. Noi tutti però viviamo attualmente in un momento storico di grandi cambiamenti e di totali sovvertimenti di molti valori eppure all’interno di questa realtà, l’Arte mantiene viva la capacità di narrare la vita in tutte le sue infinite sfumature, anticipandola come sempre. E anzi personalmente io ritengo che questa nostra epoca moderna rappresenti un terreno molto fertile per la creatività artistica ed espressiva, proprio perchè le cose certe sono sempre meno certe e le cose incerte contribuiscono a fare lievitare il caos quotidiano che ogni giorno ci circonda. Ora la Mostra Collettiva che si apre oggi nella prestigiosa Galleria Farini rappresenta la conferma di ciò che ho appena sostenuto. Gli artisti presenti apportano un messaggio di grande qualità artistica, ciascuno esprimendosi attraverso la propria sensibilità e le proprie tecniche, ma tutti sono alla ricerca di un modo nuovo di porsi e di proporsi. La partecipazione a questa Mostra Collettiva di luglio acquisisce maggiore valore ed importanza in quanto la Galleria Farini è in progetto di ampliarsi, creando un gemellaggio artistico con l’American Pop Art Inc con sede in New York. La Galleria Farini è stata scelta in Italia come sede unica ed esclusiva per mostrare e divulgare le opere di Steve Kaufman, noto former assistent di Andy Worhol. Steve Kaufman scomparso il 12 febbraio del 2010 ha lasciato un impronta incisiva e significativa all’interno del mondo della Pop Art. Anche Steve Kaufman dopo avere attinto dal suo maestro Andy Worhol ha lasciato dipinti memorabili, coniugando la rappresentazione di grandi personalità del suo tempo con la rappresentazione di oggetti di uso quotidiano, in un mix incessante di novità e tradizionalità. Fra le sue rappresentazioni figurano: la Coca Cola, Marilyn Monroe, Mozart, Beethoven, il Mago di Oz, Mohammad Ali, la sua serie di denaro e i suoi dipinti di famosi cantanti, attori e altre icone ancora. Steve Kaufman è stato molto amato e stimato in vita ed ha continuato ad esserlo, anche perchè lui ha creato e gestito un ente di beneficenza di successo che ha aiutato i ragazzi del centro urbano provenienti da famiglie in difficoltà o direttamente dal carcere, dando a questi ragazzi un lavoro e la sua fiducia quando nessun altro avrebbe permesso di dare a loro una seconda opportunità. Dunque gli artisti presenti oggi alla Galleria Farini potranno dare maggiore importanza e prestigio alla loro esposizione, inserendola in circuito più ampio che si avvale di una esposizione totale sul piano globale.

Continue reading PRESENTAZIONE MOSTRA COLLETTIVA GALLERIA FARINI