L’insostenibile leggerezza nell’uso del cellulare

Firenze, Settembre 2015.

Arrivare a Careggi è uno slalom di cantieri, deviazioni al limite dell’idiozia e mentecatti che attraversano fuori dalle strisce senza guardare mentre tengono gli occhi sul cellulare.

Fra il Poggetto e l’ingresso dell’ospedale incontro più di dieci vigili (sempre a coppie) che fanno solo due cose: chiacchierare e usare il cellulare.

Dentro al reparto di Chirurgia è pieno di medici, infermieri e inservienti con il telefono in mano. O scrivono o parlano dei cazzi propri (non è un pregiudizio, li ho sentiti).

Ora, io voglio dire una cosa: ma non era meglio quando non esistevano i minuti illimitati, le tariffe internet flat e gli SMS costavano un monte di soldi? Non avete né la competenza né l’abnegazione né l’intelligenza per fare il vostro dovere neanche se vi c’impegnate, figurarsi quando guardate i video coi gatti o mentre date fondamentali istruzioni per organizzare un aperitivo.

Vi odio profondamente.

 

Copertura Vodafone

Alcuni giorni prima di Natale a Firenze ci sono state giornate molto ventose, in particolare un pomeriggio ha mostrato raffiche di particolare intensità. Non ricordo purtroppo il giorno preciso, ma da allora il segnale Vodafone nella mia zona (Firenze Nord) ha avuto un “drop” vertiginoso, tanto da rendere a momenti il cellulare inutilizzabile causa segnale praticamente assente all’interno dell’abitazione; prima dell’episodio invece la copertura era più che buona. Continue reading Copertura Vodafone

Il regalo “utile”

Ho sentito spesso parlare di “regalo utile” ma ritengo che nella maggior parte dei casi sia un’espressione che contraddice se stessa; comunque, pur conoscendo chi riceverà il regalo, non si potrà mai avere la certezza sull’utilità dello stesso in quanto la questione è troppo soggettiva.

Continue reading Il regalo “utile”