Integrazione e abolizione: il classico errore all’italiana

 

Argomento spinoso quello che leggerete poco sotto; alcuni mi accuseranno di razzismo, altri di fomentare le divisioni, altri invece saranno d’accordo.

Personalmente non mi ritengo razzista anche se alcune situazioni mi danno particolarmente fastidio, ma quanto leggerete va visto in un’ottica più ampia politicizzata e non.

Non mi interessa riscuotere il consenso di nessuno e non voglio convincere nessuno in quanto non mi interessa: questa è solo un’esternazione di alcune mie riflessioni scaturite dalle ultime dichiarazioni ascoltate durante uno dei tanti TG.

Continue reading Integrazione e abolizione: il classico errore all’italiana

Bentornati a scuola

Mi rivolgo a quei genitori che mandano i figli a scuola con chiarissimi sintomi di malessere, dalla febbre al vomito, pur di togliersi i figli di casa.

Chiaramente per chi lavora il discorso è diverso, ma a quelle care mamme tanto dedite alle uscite con l’amica, a dover fare le cose in casa senza “intralci”, tanto bisognose di staccare la spina almeno la mattina rivolgo il mio appello: ciucciatevi i vostri figli invece che mandarli a scuola nascondendo dietro la parola “dovere” per il bambino il vostro “diritto” alla mattinata libera.

 

A scuola da mia figlia sono più i bambini in preda a conati di vomito di quelli sani e quando la manifestazione avviene la mattina presto non mi si venga a dire che a casa stava bene.

 

Egoisti, nei confronti del prossimo e peggio nei confronti dei vostri figli.

 

 

Questione di orari

Una delle tante cose che non sopporto è l’assenza di puntualità, veramente. Detesto che mi si faccia aspettare dato che personalmente preferisco arrivare in anticipo ed essere io stesso causa della mia attesa; ma quando sono gli altri a non essere puntuali proprio non mi va giù.
Continue reading Questione di orari