Veronica: la mantenuta più ricca del mondo

 

Notizia di poche ore fa: Berlusconi e la ex-moglie Veronica sono finalmente divorziati con una sentenza che rasenta il ridicolo da un lato, e la vergogna dall’altro. D’altro canto riporta alla luce la spinosa questione degli assegni di mantenimento a carico del coniuge finanziariamente più “tranquillo”.

 

Il problema come sempre sono le leggi che in Italia, tanto per non smentirsi, sono fatte con il c… ed è praticamente sempre l’uomo, inteso come maschio, a dover in qualunque caso mantenere la donna che, nella maggior parte delle occasioni, si dimostra più femmina che altro.

 

Tralasciando questo aspetto che magari riprenderò in qualche altro articolo, vorrei incentrarmi sull’aspetto principe di oggi: il compenso per la nostra Veronica che deve mantenere un certo tenore di vita, quello cui era abituata oramai da anni, e che il giudice ha stabilito con una cifra a dir poco ridicola.

 

Sono 100.000,00 gli euro che Berlusconi dovrà sborsare alla sua ex moglie ma mentre nelle mie mani tale cifra passa nell’arco di circa 8 anni, al lordo delle spese ovviamente, alla ex Sig.ra Berlusconi verrà corrisposta GIORNALMENTE ( ! ! ! ).

! ! ! CENTOMILA EURO AL GIORNO ! ! !

Non guardo al fatto che Silvio Berlusconi possa permettersi una cifra simile, quanto alla cifra in sè che il tribunale ha stabilito.

Sig.ra Veronica, magari nemmeno l’ha chiesta lei questa cifra che le è stata riconosciuta con sua grande sorpresa, ma questo non cambia lo schifo della situazione legislativa italiana in cui è l’uomo, indipendentemente dalle sue condizioni economiche, a farne le spese.

E per i giudici che stanno decidendo di entrare in politica (come se già non ci fossero abbastanza ingerenze della classe togata) ci vorrebbe un bel calcio negli zibidei con un sentito invito a tornare a fare quel che già stavano facendo, magari meglio (magari!) [ … ]

Per approfondimenti potete leggere qui.